Note

 

1. Si riporta qui di seguito l’edizione di Kolsen:

 

Dompna, sieu vos clamei amia,

Eu non o dis jes de follor;

Car eu non dic qe siaz mia

Ni non pois dir aitan donor.

Pero eu be·us apel amia

Per vos planger de ma dolor,

Amia; car per servidor

Maves ja e per amador

Senes cor fals ni tricador!

 

I corsivi indicano nelledizione ogni tipo di intervento sul testo: essi si possono ricostruire attraverso la trascrizione diplomatica.